30Apr

Brock Lesnar And Hulk Hogan 2014

Milne, lo scrittore creatore dell di Winnie the Pooh. Alla premi londinese, dove l incontrata, la folla andava in delirio per lei. Il primo libro che ho letto da sola stato Lo Hobbit, a otto anni. “We might not have been able to compare ourselves with one of the very top teams but we do know our strengths and weaknesses,” answered Muller. “You saw this week that all teams have all kinds of problems over two legs. I’m sure that we have enough quality and bite to go very far.”.

Treni. In occasione della festa del primo maggio, “per assicurare a tutti un viaggio tranquillo e regolare”, il gruppo ferrovie dello stato italiane “intensificher il proprio impegno nei controlli anti evasione, nel rispetto delle migliaia di passeggeri che in questi giorni sceglieranno il treno, pagando regolarmente in biglietto, per i loro spostamenti lungo la penisola”. Prosegue cos anche quest’anno la campagna ‘no ticket, no parti’ (avviata nel 2008), “un importante sforzo del gruppo Fs italiane per garantire la sicurezza e la tranquillit ai propri clienti, soprattutto nei giorni di intenso traffico”..

Non solo vantaggi. Patrick Lin, docente di filosofia all di San Luis Obispo (California) sta analizzando le questioni morali ed etiche da prospettive diverse: chi responsabile per le scelte dell e per le conseguenze di queste scelte? Il fatto che non sia pi necessario guidare, pu “sdoganare” uso e abuso di alcolici e stupefacenti su strada? Se la vettura autonoma ridurr drasticamente il numero di incidenti e morti sulle strade. Non ci sar una enorme carenza di organi per i trapianti?.

Agatha Christie. Nel 1926, dopo la morte della madre e la richiesta di divorzio del marito, la scrittrice britannica fu protagonista di un giallo degno della sua penna. Per 11 giorni scomparve da casa, vagando in uno stato di amnesia, per poi essere ritrovata a 320 km da dove aveva lasciato l’auto, in un albergo in cui si era registrata con il nome dell’amante del partner.

E non si nutre di solo cinema:guarda alla storia, all’arte, alla natura, al folclore. Per capirlo basta scorrere il suo profilo Instagram. Fiori sulle carene delle gondole a Venezia. Presentato alla Pontificia Accademia delle Scienze di Città del Vaticano, il sesto World Happiness Report delle Nazioni Unite (sostenuto dalla Fondazione Ernesto Illy) ha preso in esame 156 Paesi, analizzando aspetti come il Pil pro capite, le libertà, la fiducia, l’aspettativa di vita, le politiche sociali, la generosità e l’assenza di corruzione. Al primo posto troviamo la Finlandia (dove anche gli immigrati emerge dal report sono più felici), all’ultimo il Burundi. Nella top five ci sono Norvegia, Danimarca, Islanda e Svizzera.

Lascia un commento