30Apr

Hogan Interactive Blu Jeans

315 334. (2014), Mid Late Holocene Environmental Change and Human Activities in the northern Apennines, Italy, Quaternary International, 353, pp. 34 51. Il professor Saverio Amato, pugliese, che vive da trent’anni a Modane, appena di là del Frejus, l studiata quella storia. E ricorda come certe tragedie si siano ripetute, con altri protagonisti, poco tempo fa: Ricordo ancora il caso di una mamma turca che cercava di arrivare qui clandestinamente con tre bambini per raggiungere il marito che li aspettava. Nella galleria ferroviaria furono sorpresi dal treno e risucchiati.

La produzione architettonica del primo Neoclassicismo “funzionalista”, introdotta negli Stati romani dal genio del Vanvitelli, con le sue opere giovanili nelle Marche aveva definito un nuovo linguaggio compositivo ed un particolare gusto semplificato del decoro architettonico giocato sull’uso del laterizio arricchito da essenziali sottolineature lapidee, che influenzerà la produzione edilizia delle Marche fin oltre il XVIII secolo. L’invasione napoleonica (1797) scuoterà le arretratezze dello Stato papalino introducendo nuovi moderni criteri di gestione del territorio e dell’urbanistica, nuovi strumenti cartografici e catastali, nuove tipologie architettoniche legate ai servizi, nuovi ruoli assegnati agli ingegneri ed architetti pubblici. Linearità, proporzione e buon gusto furono i suoi presupposti teorici; correttezza costruttiva e rispondenza razionale tra funzioni e planimetrie il metro di giudizio; una serena semplificazione delle forme costantemente collegata al programma economico si sposava col recupero dei modelli classici e vitruviani riletti attraverso la mediazione trattatistica del Vignola e soprattutto del Palladio.

Per (ri)vivere. Storia di un cantautore di C. BRESSANELLICremonini e Mieli in dialogo a Spoleto 59. Carboni S., ed. (2007), Venice and the Islamic World, 828 1797, exhibition catalogue (Institut du Monde Arabe, Paris, October 2, 2006 February 18, 2007; The Metropolitan Museum of Art, New York, March 27 July 8, 2007), New York: The Metropolitan Museum of Art; New Haven and London: Yale University Press. (1997), Andrea Mantegna: The Adoration of the Magi, Los Angeles: Getty Publications.

La bella facciata, che chiude piazza San Fedele, è ornata da statue e bassorilievi, colonne e timpani ad arco. Con la demolizione di S. Maria dellaScala, la chiesa acquisisce opere quali la Deposizione (Peterzano, 1584) e il Coro ligneo a tarsie (XVI sec) che raffigura prospettive urbane e paesaggi, con preziosi inserti di madreperla (collocato nell’abside).

Lascia un commento