30Apr

Hulk Hogan Hulkamania Quotes

L’autoradio. La fedele compagna di ogni automobilista fu inizialmente accusata di essere uno strumento di distrazione, nonch l’ennesimo rumore sommato al caos cittadino. Nel 1934 il 56% degli utenti dell’Automobile Club of New York era convinto che le autoradio distogliessero l’attenzione dalla guida; altri ancora ritenevano che favorissero il sonno.

MEMPHIS NON SI FERMA Dopo Golden State, Memphis (3 0) fa un altro capolavoro e porta a casa la terza vittoria in altrettante partite. Questa volta a pagarne le spese Houston (3 1), alla prima sconfitta stagionale, che cede in casa 98 90. Le chiavi della vittoria sono tendenzialmente due: prima di tutto una difesa impenetrabile dei Grizzlies che hanno contenuto l stellare di Houston con appena 33 punti nella ripresa (concedendo solo 14 punti nell quarto); in secondo luogo l in attacco di Marc Gasol (26 punti e 14 rimbalzi) e Mike Conley (17 punti, di cui 10 negli ultimi 3 Houston prova ad affidarsi a Gordon (17) e Harden (22), ma nel finale a fare la differenza sono state le difese..

O gli Al Thawra, che in arabo vuol dire rivoluzione heavy metal da Chicago. I Secret Trial Five, in Canada, suonano punk rock. E ancora i Dead Bhuttos, progetto parallelo dei Kominas formato in Pakistan. Rock oltre cortina Beat, Prog, Psichedelia e altro nei paesi del Blocco Comunista 1963 1978 di Alessandro Pomponi, edito da Tsunami, rompe uno dei pregiudizi musicali pi longevi nelle ricostruzioni degli ultimi 50 anni di musica popolare. Proprio quello che riguarda il “silenzioso” Est. E lo fa attraverso una analisi che mette insieme filologia musicale e ricostruzione storica.

Carmen Consoli è tornata. Il primo singolo “L’abitudine di tornare”, estratto dal nuovo album uscito lo scorso gennaio, è accompagnato da un video che rimanda al mondo fantastico del Mago di Oz, dove Carmen è Dorothy. Ecco le prime immagini inedite del suo ritorno con il backstage della clip, dove l’artista appare solare e divertita, mentre scherza con lo staff.

I sindacati della Sncf protestano contro la soppressione delle assunzioni a statuto speciale, le modalità di apertura del settore alla concorrenza e la trasformazione del gruppo in società per azioni che, sebbene il governo neghi, per le organizzazioni dei lavoratori apre a una privatizzazione della società. Il progetto di riforma, accusano i sindacati in una nota, “mira a distruggere il servizio pubblico ferroviario per puro dogmatismo ideologico” e “non risolverà né il problema del debito né quello delle disfunzioni”. Il movimento, che prevede 36 giorni di sciopero nel giro di tre mesi, conta di ottenere il consenso dell’opinione pubblica che, secondo i sondaggi, giudica lo stop ingiustificato ma potrebbe cominciare a vacillare se l’esecutivo non dovesse risolvere rapidamente la questione..

Lascia un commento