30Apr

Hulk Hogan Theme Song Lyrics 2012

Se la prima le ha cancellate per trasformare i volti in una tela eterea e in passerella Givenchy, Linda Cantello, International Make up artist Giorgio Armani beauty rilancia. A tutto colore. I colori dovrebbero limitarci? facile cambiare il colore dei capelli, il colore degli occhi Perch non anche quello delle sopracciglia? azzardo che si tradotto in 6 nuove nuance di Eye Brow Maestro, l multiuso in crema must have della maison: rosso fuoco (N henna), prugna (N plum), blu notte (N navy blue), verde oliva ( N khaki) sono le scommesse su cui puntare per un look dal dettaglio forte.

Chiamatelo mc (il “maestro di cerimonie” dell hop), chiamatelo agitatore di coscienze, magari chiamatelo cantastorie, se amate l della vecchia scuola. Chiamatelo come volete, tanto Tommaso Zanello, in arte Piotta, era e resta fondamentalmente un cane sciolto dell rap, uno di quei musicisti irrequieti che non si accontentano delle posizioni acquisite e ad ogni album, o iniziativa che sia, sanno inventarsi qualche colpo di teatro per riaffacciarsi disinvolti nell collettivo. Nemici, l album in carriera dell (molto ex) Supercafone, un divertito crossover di suoni tra rock, rap, reggae, funk, raggamuffin e altro, un sospesa fra elettronica e chitarre sferraglianti, sempre e comunque impiantata su una solida sezione ritmica.

Dal silenzio al chiasso. Jean Luc Jucker e i colleghi dell di Neuch in Svizzera, hanno condotto i loro studi nei villaggi rurali della Mosquito Coast, in Nicaragua sprovvisti, fino a poco tempo fa, di elettricit salvo una lampadina alimentata da un piccolo pannello solare. Il governo del Nicaragua sta piano piano agganciando i villaggi alla rete elettrica: quando accade, tipicamente in famiglia si acquistano un frigorifero e una tv.

Ho dovuto fermare la macchina e portarlo da parte e calmarlo Poi come un bambino divertito regala un altro retroscena, questa volta su Stefano Accorsi: scena del nudo tra i due attori tutti erano curiosi di vederlo senza veli. Per girarla eravamo rimasti solo io e il mio co sceneggiatore, che era curiosissimo. Beh, quando mi passato davanti ero cos imbarazzato che ho tenuto gli occhi fissi sullo schermo e non ho visto niente.

Arte CulturaArte come testimonianza. Anche della violenza più efferatache invade quotidianamente le cronache di un paese tra i più pericolosi del mondo, il Messico, di fronte alla quale l’artista Teresa Margolles (1963), che da lìproviene, non chiude gli occhi, anzi, presta il proprio talento creativo e i linguaggi dell’arte contemporanea alla denuncia di fatti e situazioni di inaudita crudeltà. Così le sue opere e installazioni toccano temi quali la morte e il dolore, tra disuguaglianze economiche e sociali, crimine organizzato e impunità, declinando con cupo realismo le diverse facce di una violenza che si accanisce sui corpi delle vittime, che si manifesta nella brutalità degli omicidi e negli orrori delle sparizioni quotidiane.

Lascia un commento