30Apr

Hulk Hogan Vs The Great Khali

“Secondo me si, una grande opportunit che speriamo di cogliere. La tratta Atene Salonicco come la rotta Roma Milano. Se i greci la fanno in auto perch non hanno alternative valide. Generally very clean externally, brick red cloth covers nice appearance, gilt titling legible but doesn sparkle. Within no names, no writing, some endpaper glue darkening along hinges. Very thin paper stock and a few tiny edge splits to half title and title pages reinforced with small bits of archival tape (might recommend having to turn some pages lightly with a moist fingertip).

Air Berlin, pur sostenuto da Abu Dhabi con enormi iniezioni di capitali l di 650 milioni pochi giorni fa ha perso nel 2016 ha perso la bellezza di 780 milioni di euro. Hogan ha fatto da capro espiatorio. Gli sceicchi l licenziato a tempo (se ne andr tra pochi mesi).

L delegato di Sky Italia, Andrea Zappia, ha parlato di una “tappa rivoluzionaria nel nostro percorso di innovazione tecnologica e culturale”. Jeremy Darroch, ceo di Sky, ha aggiunto: “Riunendo i contenuti Sky e Netflix sotto lo stesso tetto, al fianco dei programmi targati HBO, Showtime, Fox e Disney, stiamo rendendo l di intrattenimento ancora pi semplice e immediata per i nostri clienti”. Non mancato il commento dell di Netflix, Reed Hastings: “Siamo lieti di collaborare con Sky per riunire sotto lo stesso tetto il meglio delle ultime tecnologie”..

I proprietari Eva Eekman, Michael Schook e Fred de Neef dall’Aia si sono spostati qui per aprire un ristorante già diventato meta culto per i palati fini. Il trio ha abolito il menu à la carte e propone portate tematiche, che cambiano ogni giorno: agli ospiti non resta che farsi stupire dal gusto e dal décor voluttuoso creato da studio Modiste. Dietro l’angolo invece si possono trovare due indirizzi piacevoli a budget ridotto: la pizzeria Old Scuola e il messicano Alfredo’s Taqueria.

S perch invece di saltare in sella al cavallo di un ventennale di trionfi artistici e amor fou del pubblico come avrebbero fatto in tanti, guidati, in mancanza di meglio, dall’imperante smania degli anniversari la Banda ha fatto del 2013 un sabbatico in cui, oltre a partecipare al mockumentary (ossia falso documentario) BB un mistero italiano, in cui il vecchio amico Carlo Lucarelli l’ha raccontata in un tripudio di invenzioni folli e dissacranti andata cos bene che il film ancora in rotazione su Art a breve atteso in streaming gratuito ognuno ha seguito la sua strada, rilassandosi in allegria e totale libert Nuto ha fatto un disco coi General Stratocuster and The Marshall (e gestito per l’estate un delizioso chiosco sul lungarno a Firenze), Orla ha giocato con la consolle, Don Bachi si misurato con la produzione, Ramon andato in tour con Daniele Silvestri. Mentre Erriquez, che ha scritto pure i testi dei Matti delle giuncaie, e Finaz, che ha firmato il suo primo disco, si sono divertiti come pazzi salendo sul palco con Csi, Stazioni lunari, l’Orchestra multietnica di Arezzo di Enrico Fink e debuttando al leggendario “Acoustic guitar festival” di Sarzana, “dove per anni siamo andati come spettatori paganti”, racconta Greppi. “Quella del sabbatico stata una delle idee pi sagge e belle della nostra vita, che ci ha permesso di digerire l’oceano di ricordi, incontri, riflessioni, idee di questi vent’anni vissuti all’ultimo respiro fra un concerto e l’altro, dal Chiapas ad Auschwitz passando per il Primo Maggio a Roma, Canada, Spagna, Francia e ogni angolo d’Italia.

Lascia un commento