30Apr

Meet Hulk Hogan 2014

E poi ancora: Io, scuola?. Vuole il pulmino. Lo scuolabus. Il 67% dei ragazzi del campione ha dato tutti gli esami previsti nel piano di studi durante la permanenza all con Erasmus. Solo il 16% rimasto indietro, mentre il 17% ha sostenuto la gran parte degli esami. Le ragioni delle difficolt di chi non completa il programma di studi concordato alla partenza vanno ricercate, per il 76% dei casi, in problemi con l ospitante (o di altra natura non specificata) e non nella scelta di prediligere il divertimento, cosa che riguarda solo il 17% di quelli che sono rimasti indietro..

Microchip o frutti di mare? Indispensabili all’uomo, in quanto a loro che dobbiamo un terzo dell’ossigeno presente sul nostro pianeta, le diatomee sono alghe unicellulari avvolte da una sorta di guscio (chiamato “frustulo”) che costruiscono con silice prodotta sottoforma di microscopici filamenti. Proprio la ridotta dimensione di questi filamenti, molto pi piccoli di quelli realizzabili con i normali processi industriali con cui vengono prodotti chip e processori, che ha spinto i ricercatori a ipotizzare l’impiego degli organismi nella realizzazione di circuiti elettronici di dimensioni infinitesimali. Studiando una specie di diatomea, il Thalassiosira pseudonana, i ricercatori hanno gi identificato 75 geni che permettono all’organismo di produrre silice.

Dopo aver applicato dei manici in pelle a un tenekes, il tipico contenitore in latta per l’olio e la feta, è nata Atlas, una shopper bag che, strizzando l’occhio alle borse Louis Vuitton, è arrivata nei gift shop dei musei e nei department store ateniesi. Il loro studio è un monolocale all’interno di una galleria commerciale degli Anni 50 semi distrutta, un tempo lussuosa. Come loro, altri creativi convivono con un mondo che langue, ma la nostalgia tra i giovani sembra avere poco spazio, proiettati come sono verso nuovi orizzonti.

Ci si può divertire. Il 7 e l i day1, final table lunedì 11 gennaio. Tutti gli assi italiani ci saranno, e la presenza straniera è sempre più folta. Il risultato è Natural Talent, una collezione di 40 oggetti (sono davvero interessanti) che spazia da scatole e portagioie a set per giocare a golf, daskateboard a trottole, da voliere per uccelli a espositori per laMaison Van Cleef Arpels, partner dell Abbiamo spinto gli studenti, che arrivano da ogni parte del mondo, a lavorare sulle loro esperienze personali, ad attingere dagli archetipi dellaloro cultura e della loro religione. Uno degli esempi più interessantiè la rivisitazione di unaMenorah di una ragazza israeliana. Quest è la scenografia disegnata da Eligo ad avere un nesso diretto con la collezione prodotta daigiovani: Abbiamo completamente annullato il contestoarchitettonico della Sala dell del Poldi Pezzoli con un involucro nero al cui interno abbiamo ricreato una foresta di betulle.

Lascia un commento