30Apr

Spaccio Hogan Vicino Milano

I giapponesi, sensibili alla puzza, hanno sviluppato alcune pillole che, nell disgregano le molecole di ammonia e trimetilammina. Delle Up in commercio dal 1994, e stato venduto oltre un milione di flaconi, mentre le concorrenti nella foto, lanciate nel 1997, in 6 mesi hanno venduto piu di 600 mila confezioni: sulla scatola c scritto gente e responsabile dei propri odori vendute negli Usa, promettono risultati strabilian dopo solo tre giorni di utilizzo. Unico effetto collaterale, la cacca si colora di verde..

Rilievi simili a quelli di via Nazionale sono stati mossi dai magistrati contabili, a partire proprio dal tema della previdenza. Per tutelare “gli equilibri di fondo della finanza pubblica, gli interventi a margine del sistema pensionistico”, devono essere da un lato “disegnati in maniera tale da limitare la platea dei destinatari alle situazioni di effettivo disagio, il tutto anche per minimizzare gli ovvi effetti di frammentazione che essi finiscono per produrre” e, dall devono essere “articolati nel modo pi chiaro possibile per favorirne la celere implementazione”, ha sottolineato il presidente della Corte dei Conti, Arturo Martucci di Scarfizzi. Simile il tono anche sugli equilibri tra entrate e uscite: alla luce del “limitato ventaglio delle possibili ulteriori coperture, appare necessario mantenere ferma la dimensione assoluta delle misure proposte”, si dice invocando la difesa del testo dal consueto alla diligenz del Parlamento.

ROMA Due esempi differenti di linea aerea ma gli stessi obiettivi: scardinare la resistenza dei concorrenti sfruttando, magari, le loro debolezze, come sta accadendo ad Alitalia. E il caso di Emirates, la pi grande e compagnia aerea del Golfo, e Ryanair, vettore low cost da 130 milioni di passeggeri l secondo solo a Lufthansa in Europa e al quinto posto nel mondo per utenti. Entrambe dai prossimi giorni, partiranno a caccia di personale italiano per imbarcarlo sui proprio aerei fin dalla prossima estate.

Incendio doloso è terrorismo Il premier israeliano Benjamin Netanyahu nella conferenza stampa prima della riunione di emergenza del governo ha dichiarato: “Ogni incendio doloso è un atto di terrorismo così come chiunque inciti ad appiccare le fiamme verrà considerato un terrorista. Chi cerca di bruciare la terra di Israele sarà punito con la massima durezza”. In precedenza, infatti, il capo della Polizia israeliana, Roni Alsheich, aveva fatto sapere che che alcuni degli incendi in corso sono ritenuti dolosi avanzando il dubbio che dietro ci potesse essere un attacco organizzato e dal carattere nazionalistico.

Lascia un commento