30Apr

Youtube Hulk Hogan Entrance Music

Nello scacchiere di guerra la Russia e l’Iran si trovano schierate dalla stessa parte, al fianco del regime di Bashar al Assad, fortemente osteggiato invece dalla Turchia, che nel nord del Paese combatte le milizie curde. Ed proprio quest’ultimo aspetto che rafforzer la “pax putiniana” in Siria. In cambio di un “armistizio” politico con Assad, un ra che deve la propria vita, non solo politica, al sostegno sul campo (e all’Onu) di Russia e Iran, il capo del Cremlino si fa garante del non ostracismo di Damasco non solo nei confronti di un affondo finale dell’esercito di Ankara contro le milizie curde siriane dell’Ypg nel nord est della Siria, ma sul tavolo dei vincitori c’ anche il via libera russo iraniano alla richiesta turca di creare una zona cuscinetto alla frontiera turco siriana, affidata ai ribelli dell’Esercito libero siriano (Els), del tutto dipendenti dal sostegno di Ankara.

Di Maio e Salvini si tengono in contatto strettissimo, governano i passaggi delicati, si scambiano l’ultima parola. Ma scendendo di un gradino, hanno affidato a due plenipotenziari la tessitura della tela. Da un lato Giancarlo Giorgetti, uno che la mediazione la possiede nel dna, che ha gestito tutti i passaggi delicati del Carroccio da vent’anni a questa parte, ivi comprese le non facili trattative sulla legge elettorale.

“L’atroce assassinio di Mireille Knoll l’ultimo dei gesti di odio razziale e antisemiti che, sempre pi numerosi, si stanno moltiplicando in moltissime citt di tanti Paesi europei. Un assassinio odioso perch colpisce una persona molto anziana e sola e il pensiero che questa donna sia scampata ai rastrellamenti del Velodrome d’Hiver e abbia trovato una morte cos feroce nel cuore dell’Europa, a Parigi, lascia davvero sgomenti e addolorati”. Lo dichiara Mario Venezia, Presidente della Fondazione Museo della Shoah.

That is how Wernbloom understood football from the beginning. In his first seven matches for IFK Goteborg, when he was 19, he received four yellow cards and was sent off as well. He wasn’t shy and made his voice heard. La Liga’s top Spanish scorer David Villa was soon to move to the Camp Nou from Valencia, while Iniesta of course hit the winner in the final in extra time against the Netherlands.Madrid still had five important squad members though Xabi Alonso had moved to the Bernabeu from Liverpool and joined Ramos and Casillas in the starting XI. Alvaro Arbeloa and Raul Albiol were backup defenders. Former Madrid B player Juan Mata, who came through at Valencia, also got just 20 minutes in the tournament.Del Bosque was not one for changing a winning formula.

Lascia un commento